Commenti di Facebook

Il vaginismo 30/03/2017

Il vaginismo è una condizione sessuale in cui la contrazione spasmodica e involontaria dei muscoli che circondano l'accesso vaginale rende impossibile l'atto sessuale.

Il pene, le dita, il tampone vaginale o lo speculum, sono vissuti come ospiti indesiderati o visitatori senza pass di entrata.
Si distingue dalla dispareunia dove non è impedito il rapporto penetrativo ma il coito è doloroso.
Tutto quello che non porta alla penetrazione può essere accolto e i giochi erotici e sensoriali distanti dall'accesso vaginale portano piacere, ma creano spesso una tossicomania delle carezze. Quando ci si avvicina alla possibilità penetrativa il livello di ansia sale e il corpo reagisce irrigidendosi, la vagina si rinchiude e lo spasmo involontario impedisce l'andare oltre.

Le donne che vivono in loro questa esperienza, sentono l'entrata del pene come un'invasione, un'intrusione in uno spazio corporeo e mentale che deve rimanere proprio e non condivisibile. Alla minaccia rispondono con la protezione-difesa dello spasmo dei muscoli vaginali che tiene fuori l'invasore, colui che vuole entrare dentro. La vagina si comporta come un bambino ostinato e disubbidiente, che la mamma non riesce a convincere e rimane fermo nel suo no, nella sua convinzione ed è irremovibile, creando un muro contro muro.

I tentativi di penetrazione risultano inefficaci e la penetrazione impossibile, scoraggiando e spegnendo il desiderio di riprovarci, creando le condizioni per un progressivo evitamento dell'atto sessuale.

Una mia paziente rappresentava nel racconto di un sogno la situazione che si creava in lei, come un essere al sicuro e tranquilla dentro casa e quando il compagno suonava alla porta per entrare

suonava l'allarme, lo viveva come una minaccia, come un intruso da lasciare fuori e serrava a doppia mandata la porta.

Un'altra paziente sentiva il suo interno vaginale come una ferita nel corpo, aperta e indifesa, come un chirurgo avesse inciso il corpo e poi lasciato lì esposto e privo di protezione.

La terapia del vaginismo viene modulata su quel vaginismo e da voce al vissuto che quel vaginismo esprime. Nel percorso di cura la donna si familiarizza con la propria vagina, la conosce e la riconosce come parte di sè, riconciliandosi. Non è più vissuta a distanza, come "quella cosa la sotto", immaginata e corporeamente virtuale. La donna impara e sentirla in sè, dentro di sè.

Nella cura coabitano sia l'ascolto della componente psicologica che esperienze specifiche per creare una fiducia e una vicinanza corporea con la propria vagina e con l'accoglimento del pene, rendendo la penetrazione possibile per transitare poi verso una sessualità appagante.


Come raggiungerci

Il nostro indirizzo

36100 - Vicenza (VI) Veneto
Contrà S. Caterina, 10
Distanza dal centro: 0,85 Km
Telefono: 3472510168
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Referente
Dott. Marchet Luciano
Mail
lmarchet@alice.it
Web
http://www.sessuologiavicenza.it

Il nostro indirizzo

36100 - Vicenza (VI) Veneto
via Quasimodo, 55
vicenza
Distanza dal centro: 2,81 Km
Telefono: 0444282626
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Web
http://www.sessuologiavicenza.it

Il nostro indirizzo

37139 - Verona (VR) Veneto
via Puglie, 24
Verona
Distanza dal centro: 4,02 Km
Telefono: 0458104760
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Web
http://www.sessuologiavicenza.it