Commenti di Facebook

Disturbi del sonno 30/03/2017

I disturbi del sonno "si vedono ad occhio nudo", lasciano una traccia di sé nel corpo e nel comportamento della persona che ha avuto una deprivazione del sonno o dove il sonno non è stato ristoratore: le borse sotto gli occhi, le palpebre appesantite, le occhiaie, l'irritabilità, l'ansia e la sensazione costante di stanchezza, parlano della difficoltà di raggiungere un buon sonno, sazievole e soddisfacente.

Insonnia/Ipersonnia

Ci sono persone che fanno fatica ad addormentarsi o dormono male e persone che non ne hanno mai abbastanza di dormire e soffrono di ipersonnia. Dormono la notte e continuerebbero a dormire di giorno, sentono il bisogno di dormire di giorno. Non hanno un sonno ristoratore e di buona qualità.

L'insaziabilità

Lucrezia la descriveva come un'abbuffata senza fine o come mangiare ed avere sempre la sensazione del vuoto in pancia, di un cibo, il sonno, che non la riempiva, non la saziava.

Il terrore del sonno

L'addormentarsi, l'entrare nel sonno, può creare apprensione e paura.

Sonno minaccioso

Elisa ha sempre avuto paura del sonno. Da piccola voleva che la mamma le stesse vicino fino quando si addormentava,come avere accanto un angelo vigile, una presenza "scaccia-fantasmi", rassicurante ed affidabile. Voleva che la luce del tavolino rimanesse accesa, la porta della cameretta un po' aperta. Erano le condizioni, un rituale che permetteva ad Elisa di avere la tranquillità necessaria o la base minima per addormentarsi. Il sonno in lei è rimasto come allora: una dimensione oscura e minacciosa. "Sapere di avere questo appuntamento la sera con il sonno, per me è sempre stato angosciante. Ho paura, ho paura di addormentarmi, rimango sveglia come una sentinella, per non permettere al sonno di prendermi, di portarmi via. Quando sfinita riesco a dormire, al risveglio mi meraviglio di esserci,penso al sonno come a un torturatore che si diverte con me, con le mie paure e mi lascia vivere per continuare a giocare con me...fino a quando si stancherà e mi porterà via, non ritornerò più".

Disturbi nel sonno

Il lavoro notturno: bruxismo

Mario di giorno fa l'impiegato, di notte fa gli straordinari: quando è addormentato lavora con i denti e li sta rendendo più affilati. Quando si sveglia sente la conseguenza di questo lavoro notturno, con dolori mandibolari, cefalea e sensazione di non aver riposato.

In un sogno si vede come un "carbonaro", che di notte si sveglia e va in un luogo nascosto a seghettare i suoi denti con l'intenzione-progetto di renderli affilati, canini. Lo fa con l'ansia di venire scoperto. Mario è una persona che si sente molto accondiscendente, non provoca, subisce le provocazioni e reagisce, come dice lui "con un sorriso ebete". E' una parte di sé che non sopporta e lo infastidisce. Vorrebbe azzannare ma esce un belato. Nel sogno lavora per un progetto, quello di affilare i denti, rendendoli aguzzi ed affilati, poi li mostrerà quando si sentirà attaccato, farà paura, non si sentirà più deriso e incuterà rispetto. Lo fa nel sogno e lo fa nel sonno.

Il calcio di karate

Luigi: oggi ho la faccia tumefatta.. colpa di un sogno dove la realtà non è rimasta dentro il sogno. Ho sognato che ero ad una cena. con della gente e c'era una persona che mi stava nelle scatole e gli do un calcio in viso, stile karate, ho scalciato e ho sentito l'impatto sul corpo. Solamente che il calcio l'ho dato veramente mentre ero a letto e nella foga mi sono trovato per terra, mezzo intontito, con delle gocce di sangue per terra.. perdevo sangue..avevo sbattuto con il viso sul tavolino.. l'ultima volta che sono caduto dal letto avrò avuto 4 anni!

Nel sogno Luigi se la prende con una parte di sé che non sopporta,si è colpito e porta i segni.. del calcio sul viso: "mi manca l'osare, sempre pieno di paure, paura delle conseguenze, sempre preoccupato delle conseguenze...è la parte di me che non mi piace, che mi sta sulle scatole.

Sonno: modi di dire

Dormirci sopra, dormire ad occhi aperti, dormire come un angioletto, dormire come un ghiro, dormire come un orso, dormire come un sasso, dormire con un occhio solo, dormire di gusto, dormire su due guanciali, dormire sugli allori, dormire su un barile di polvere, non svegliar il can che dorme, dormire sodo, cascare dal sonno, chi dorme non piglia pesci, non bisogna dormire, dormirci sopra, dormire in pace, dormire sonni inquieti, aprile dolce dormire, dormire in piedi, sono in debito di sonno, dormir male, notte insonne, andare a dormire come le galline, non ho chiuso occhio, dormire con un occhio solo, "morire, dormire, dormire, forse sognare" (Amleto).


Come raggiungerci

Calcola il percorso


Il nostro indirizzo

36100 - Vicenza (VI) Veneto
Contrà S. Caterina, 10
Distanza dal centro: 0,85 Km
Telefono: 3472510168
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Referente
Dott. Marchet Luciano
Mail
lmarchet@alice.it
Web
http://www.sessuologiavicenza.it

Il nostro indirizzo

36100 - Vicenza (VI) Veneto
via Quasimodo, 55
vicenza
Distanza dal centro: 2,81 Km
Telefono: 0444282626
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Web
http://www.sessuologiavicenza.it

Il nostro indirizzo

37139 - Verona (VR) Veneto
via Puglie, 24
Verona
Distanza dal centro: 4,02 Km
Telefono: 0458104760
Partita IVA: IT 01345460248
Responsabile trattamento dati: Dott. Luciano Marchet


Info contatto scrivi una mail

Web
http://www.sessuologiavicenza.it